CARTA DEI SERVIZI

 

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE

 

Scuola dell’Infanzia, Primaria e Secondaria di 1° Grado

 

Filippo Puglisi”

 

93010 SERRADIFALCO CL)

 

Via Cavalieri di Vittorio Veneto – C.F.80004540854

 

e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Carta dei Servizi della scuola

 

 

"Ogni persona ha diritto all’istruzione e all’educazione"

La presente Carta dei Servizi ha lo scopo di rendere chiare e trasparenti le modalità di fruizione dei servizi scolastici da parte dell’utenza. Essa sintetizza i principali atti normativi regolamentari del servizio scolastico e si completa integrandosi con gli altri documenti istituzionali: Piano dell’Offerta Formativa (POF), Regolamento d’Istituto, Contratto Formativo, Circolari e Disposizioni del Dirigente Scolastico.

Finalità del Servizio Scolastico

La scuola concorre a promuovere la formazione integrale della personalità degli alunni per aiutarli a divenire persone responsabili, libere e partecipi della vita della comunità locale, nazionale ed internazionale. Nello svolgimento dei suoi compiti istituzionali, essa richiede la collaborazione attiva fra tutti gli operatori scolastici e le famiglie, e tiene conto, inoltre, dell’opera svolta sul territorio da tutte le altre agenzie educative e dai diversi soggetti territoriali.

L’Istituto Comprensivo “ Filippo Puglisi “, è sede di tre ordini di scuola e si compone di tre plessi: il primo ospita la Scuola dell’Infanzia “ Morvillo” in Via Kennedy, la Scuola dell’Infanzia “ Falcone” è ospitata, temporaneamente, presso il palazzo Comunale e il terzo plesso, in Via Cavalieri di Vittorio. Veneto, ospita la Scuola primaria e Secondaria di 1° grado.

 

L’Istituto deve assicurare la continuità tra i diversi ordini di scuola attraverso iniziative specifiche di raccordo che andranno specificate nel POF, in particolare attraverso i Progetti che costituiscono una valida attività collaborativa per fruire delle risorse messe a disposizione dall’Autonomia Scolastica e dal territorio., Per meglio valorizzare e sviluppare le molteplici risorse umane esistenti nella scuola, le attività proposte dai ProEgetti sono articolate in modo da offrire un approccio trasversale agli ambiti disciplinari propri del curricolo e costituiscono il punto di incontro dei tre ordini di scuola. che operano per assicurare a tutti:

  • uguaglianza delle opportunità educative, valorizzazione delle differenze;

  • acquisizione di capacità e competenze di tipo comunicativo, espressivo, logico ed operativo;

  • raggiungimento dell’autonomia personale e della partecipazione democratica.

L’Istituto Comprensivo si impegna a garantire l’adeguatezza del suo servizio alla formazione e allo sviluppo degli alunni attraverso:

SCUOLA DELL’INFANZIA
Campi di Esperienza

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA

Discipline

  • Il sé e l’altro

Le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme

 

  • Il corpo in movimento

Identità, autonomia, salute

 

  • Linguaggi, creatività, espressione

Gestualità, arte, musica, multimedialità

 

  • I discorsi e le parole

Comunicazione, lingua, cultura

 

  • La conoscenza del mondo

Ordine, misura, spazio, tempo, natura

 

  • Area Linguistico-Artistico-Espressiva

Italiano

Lingue Comunitarie

Musica

Arte e Immagine

Corpo Movimento Sport

 

  • Area Storico-Geografica

Storia

Geografia

 

  • Area Matematico-Scientifico-Tecnologica

Matematica

Scienze naturali e sperimentali

Tecnologia

 

 

Scelte educative, organizzative e didattiche

Il Piano dell’Offerta Formativa è il documento che esplicita le scelte educative, didattiche e organizzative. della scuola per un triennio.

Ad esso si affiancano:

  • la Progettazione didattica annuale per campi di esperienza (scuola dell’Infanzia) e Piani Studi Personalizzati delle attività educative.

  • la Progettazione didattica annuale per unità di lavoro e Piani di Studi Personalizzati per la Scuola Primaria e Secondaria.

Tali progettazioni sono comuni ai tre ordini di scuola dell’Istituto. Il gruppo docente e i singoli insegnanti provvedono periodicamente ad adeguare le programmazioni alle esigenze dei propri alunni, elaborando il piano delle attività delle sezioni o classi. Tutti questi documenti sono disponibili per la consultazione nei singoli plessi e in Presidenza

Rapporti insegnanti – genitori

Per favorire il passaggio delle informazioni tra scuola e famiglie sono previste due modalità istituzionali:

  • le assemblee di classe, di plesso, di istituto, per favorire il dibattito e il confronto culturale, la costruzione di un’intesa comune sui valori educativi;

  • i colloqui individuali per comunicare ai genitori, in un clima di serena e reciproca fiducia e collaborazione, la situazione complessiva dell’alunno in ambito scolastico, per raccogliere dalle famiglie tutte le informazioni necessarie al miglioramento dell’intervento educativo sul singolo alunno e per fornire ai genitori eventuali suggerimenti, così da attivare la loro collaborazione consapevole al difficile percorso di apprendimento che il figlio sta compiendo;

Sarà applicata la normativa sul trattamento dei dati personali come previsto dal D.L.gs. n°196/2003.

Riguardo alla pubblicazione o pubblicizzazione di dati riguardanti le persone, ciò potrà essere fatto soltanto per fini Istituzionali e per la promozione dell’Offerta formativa dell’Istituto.

Date, orari e scansione periodica di questi incontri saranno definiti in base alle esigenze dei singoli contesti scolastici e saranno comunicati con circolari e affissi all’albo.
L’Istituto favorisce l’affermazione di un
contratto formativo con le famiglie, per condividere responsabilità e impegni, competenze e ruoli, nel reciproco rispetto.

Didattica per progetti

Nel nostro Circolo Didattico da diversi anni l’attività nei vari plessi trova il motivo principale di raccordo nel lavoro per progetti: elaborati dal collegio dei docenti o promossi da altri ai quali la scuola aderisce. E’ previsto il coinvolgimento dei genitori in alcune fasi delle attività.

 

Spazi scolastici

All’interno di ciascun plesso gli alunni lavorano suddivisi in gruppi nelle varie classi. Oltre a esse vi sono spazi attrezzati che funzionano come laboratori informatici e laboratori di attività motorie

Tutti gli spazi devono garantire la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro come previsto dal D.Lgs. N. 626/94 ed essere attrezzati e organizzati in modo funzionale alle attività proposte.

Banchi, sedie e arredi devono essere adeguati allo sviluppo auxologico degli alunni, ovvero alla loro crescita fisica.

Tempi scolastici e dati organizzativi

SCUOLA DELL’INFANZIA

Monte ore settimanali n. 40 (8 ore giornaliere) dal lunedì al venerdì

Orario di funzionamento giornaliero

Scuola dell’infanzia

Ingresso

Uscita

Plesso Morvillo

8.00

16.00

Plesso Falcone

8.00

16.00

La suddivisione delle attività didattiche è quadrimestrale

Rapporti scuola-famiglia prevedono:

  • Ricevimenti

  • Consigli d’Intersezione bimestrali

 

 

 

 

 

SCUOLA PRIMARIA

Monte ore settimanali n. 27, 30 e 40, dal lunedì al venerdì

Orario di funzionamento giornaliero

Scuola Primaria

Ingresso

Uscita

Classi I, II, III e IV – lun – merc - ven

8.00

13.00

Classi I, II, III e IV – mart - giov

8.00

14.00

Classe IV A (tempo pieno)

8.00

16.00

Classi V

8.00

14.00

La suddivisione delle attività didattiche è quadrimestrale

Rapporti scuola-famiglia prevedono:

  • Ricevimenti

  • Consigli d’Interclasse bimestrali

 

SCUOLA SECONDARIA

Monte ore settimanali n. 30e 40, dal lunedì al venerdì

Orario di funzionamento giornaliero

Scuola Secondaria

Ingresso

Uscita

Classi I, II, III

8.00

14.00

La suddivisione delle attività didattiche è quadrimestrale

Rapporti scuola-famiglia prevedono:

  • Ricevimenti

  • Consigli di Classe bimestrali

 

N.B. saranno concesse deroghe all’orario di frequenza solo per comprovati motivi e per periodi definiti relativi al permanere delle effettive necessità dichiarate dalle famiglie.

La riduzione dell’orario di attività può essere disposta dal Dirigente Scolastico per eventuali necessità organizzative legate ad attività progettuali della scuola.

Area amministrativa

La qualità di questi servizi è essenzialmente basata sui seguenti elementi:

- informatizzazione dei servizi;

- flessibilità dei lavori di ufficio.

Saranno praticati i seguenti orari perché rispondenti alle esigenze dell’utenza:

tutti i giorni: dalle ore 8.00 alle ore 14.00 - martedì e venerdì pomeriggio: dalle 15.00 alle 16.30.

Il pubblico si riceve ogni mattina dalle 11.30 alle 13.00 - martedì e venerdì pomeriggio dalle ore 15.00 alle 16.30.

Il rilascio di certificazioni è di norma previsto entro tre giorni lavorativi dalla data della richiesta.

La visione degli Atti Amministrativi di norma è concessa, su richiesta scritta, previa valutazione degli interessi legittimi addotti, nell’immediatezza o entro il giorno lavorativo successivo.

Il rilascio di copie di Atti o documenti, previa valutazione degli interessi legittimi addotti, sarà effettuato entro il terzo giorno lavorativo successivo alla richiesta scritta. Il richiedente dovrà corrispondere la somma di Euro 0,25 per ogni due facciate, quali diritti di segreteria, come previsto dalle norme vigenti.

 

DIRITTO DI SCIOPERO

 

Servizi essenziali

Il Dirigente Scolastico adotta tutte le misure necessarie, affinché il diritto di sciopero venga esercitato in maniera da non ledere il diritto alla salute e all’incolumità degli alunni.

Il Dirigente Scolastico ha l’obbligo di avvisare per tempo le famiglie della proclamazione dello sciopero attraverso avvisi scritti sul diario degli alunni.

È fatto obbligo alle famiglie di accertarsi della adesione allo sciopero dei docenti dei propri figli la mattina stessa dello sciopero.

Tutto quanto non espressamente previsto si ritiene regolamentato dalle Leggi vigenti.

Visite: 1693

Elenco Siti Tematici

 

 

Video Presentazione della Scuola